logo concorso docenti2

Come fare per

  1. Assumere servizio

  2. Assumere servizio a tempo indeterminato

  3. Comunicare assenza per malattia

  4. Chiedere congedi per ferie estive

  5. Chiedere permesso per motivi familiari/personali e ferie durante l’attività didattica

  6. Chiedere permessi orari

  7. Comunicare e documentare i ritardi e garantire il recupero

  8. Presentare la dichiarazione dei servizi pre ruolo

  9. Presentare domanda di riscatto dei servizi e dei periodi computabili ai fini dell'indennità di buonuscita

  10. Ricostruzione di carriera

  11. Presentare domanda di valutazione, computo o riscatto dei servizi pre-ruolo ai fini della pensione

  12. Presentare la domanda di pensione

  13. Richiedere certificati di servizio o altri certificati previsti dalle prassi amministrative

  14. Segnalare esigenze relative all’orario individuale di servizio

  15. Richiedere i testi scolastici in saggio

  16. Comunicare variazioni dei dati anagrafici e di stato di servizio

  17. Notificare dati utili alla compilazione delle graduatorie d’Istituto

  18. In caso di infortuni

  19. Partecipare alle assemblee sindacali

  20. Chiedere l’autorizzazione all’esercizio della libera professione o di attività esterne

 

1. Assumere servizio

Il docente che per la prima volta assume un incarico d’insegnamento nell’Istituto, a prescindere dal fatto che sia a tempo determinato o indeterminato, deve effettuare formale presa di servizio prima di iniziare l’attività didattica. A tale scopo, dopo essersi presentato al dirigente scolastico, deve rivolgersi alla segreteria e chiedere al personale amministrativo preposto di poter adempiere alle seguenti procedure:

  • compilazione dello stato di servizio (dati anagrafici, professionali e di servizio);
  • sottoscrizione del contratto di lavoro e altri eventuali adempimenti amministrativi;
  • acquisizione del registro personale;
  • acquisizione dell'orario della cattedra assegnata;
  • indicazione dell'orario di ricevimento per i colloqui settimanali con i genitori (a meno che sia già stato fissato dal docente precedente e non vi sia possibilità di variarlo);
  • acquisizione dell'elenco delle classi assegnate, con i nomi dei rispettivi docenti coordinatori;
  • acquisizione dell'ultima circolare concernente gli impegni pomeridiani programmati.

Il personale preposto supporta i nuovi docenti al fine del corretto adempimento delle suesposte procedure.
Il docente deve inoltre rivolgersi al personale di portineria (o alla segreteria della sezione associata) per:

  • acquisire una copia di ciascun documento ufficiale d’Istituto;
  • farsi assegnare un cassetto personale in sala insegnanti o farsi indicare quello dell’insegnante che sostituisce.

E’ infine  opportuno  che  il  docente  chieda  un  colloquio con il titolare della funzione strumentale competente allo scopo di ricevere tutte le informazioni utili relative alla complessiva attività dell’Istituto.
Non  appena  possibile il nuovo docente deve prendere contatto con i coordinatori delle classi che gli sono state affidate e, se nell’anno di prova, con il tutor assegnatogli.

tornasu

2. Assumere servizio a tempo indeterminato

Entro 30 giorni dalla data di sottoscrizione del contratto a tempo indeterminato il dipendente deve consegnare alla segreteria della scuola, la seguente documentazione:

Se di ruolo per la prima volta o già dipendente con incarico a tempo indeterminato nello Stato:

  • dichiarazione sostitutiva di certificazione (modulo disponibile in segreteria) debitamente compilata e sottoscritta per dati anagrafici, abilitazioni possedute, titolo di studio, servizio militare, servizi pregressi;
  • copia fotostatica  del proprio documento d’identità e del proprio codice fiscale;
  • certificato medico, rilasciato dal medico militare o dal medico dell’ASL del comune di residenza, dal quale risulti che il docente possiede l’idoneità fisica al servizio continuativo e incondizionato nell’impiego al quale il posto si riferisce;
  • dichiarazione di incompatibilità con il pubblico impiego.

Tutti i docenti neonominati, anche quelli già con incarico a tempo indeterminato, sono tenuti a presentare alla segreteria della scuola la dichiarazione dei servizi prestati precedentemente, prevista dall’art. 145 del TU approvato con DPR n. 1092 del 29.12.73.

tornasu

3. Comunicare assenza per malattia

L’assenza per malattia va comunicata il più presto possibile, e comunque prima delle ore 8.15 del giorno in cui ha inizio. Il Dirigente scolastico è tenuto a disporre visita fiscale fin dal primo giorno in caso di assenze che si verifichino nelle giornate immediatamente precedenti o successive a quelle non lavorative.
Diverso è il caso delle assenze per motivi sanitari programmabili (ricoveri ospedalieri, esami clinici ecc.).     La domanda va inoltrata al Dirigente Scolastico; successivamente, e comunque entro due giorni, deve essere presentato un documento giustificativo (certificato di degenza ecc.).
Per le circostanze più complesse (es. periodi prolungati di malattia) è opportuno rivolgersi direttamente al Dirigente scolastico e, per le informazioni del caso, al personale amministrativo preposto.

tornasu

4. Chiedere congedi per ferie estive

La domanda di congedo obbligatorio per ferie estive va compilata su apposito modulo disponibile negli uffici di segreteria o sul sito della scuola ( vedi sezione modulistica), consegnata a mezzo posta elettronica, pec, o direttamente in segreteria al personale amministrativo preposto ed inoltrata al Dirigente Scolastico, attraverso il personale amministrativo preposto, entro la data comunicata ogni anno mediante circolare.
La domanda di ferie anticipate deve essere presentata direttamente al Dirigente scolastico, che ha facoltà di accoglierla se compatibile con le complessive esigenze di servizio dell’Istituto.

tornasu

5. Chiedere permesso per motivi familiari/personali e ferie durante l’attività didattica

La domanda, presentata con il più congruo anticipo possibile, va compilata su apposito modulo disponibile negli uffici di segreteria o sul sito della scuola (vedi sezione modulistica), consegnata a mezzo posta elettronica, pec, o direttamente in segreteria ed inoltrata al Dirigente Scolastico, attraverso il personale amministrativo preposto.
Tali permessi vanno documentati o autocertificati.

tornasu

6. Chiedere permessi orari

La domanda va presentata direttamente al Dirigente Scolastico; deve contenere una proposta per il recupero, che il Dirigente scolastico può accogliere o modificare prima di concedere l’autorizzazione, subordinata alla compatibilità della richiesta con le complessive esigenze di servizio dell’Istituto.
I permessi orari vanno giustificati entro due giorni e recuperati.

tornasu

7. Comunicare e documentare i ritardi e garantire il recupero

Nell'ipotesi di imprevisti tali da determinare il ritardato inizio delle attività del docente, questi è tenuto, qualora ne abbia la possibilità, a comunicare tempestivamente la circostanza, telefonicamente o con altro mezzo; successivamente è chiamato a motivare e documentare - se possibile - le cause al Dirigente scolastico.
Per il recupero delle ore perdute va seguita la procedura prevista per i permessi orari.

tornasu

8. Presentare la dichiarazione dei servizi pre ruolo

La dichiarazione dei servizi pre-ruolo, indirizzata al Dirigente scolastico, deve essere presentata da tutti i dipendenti assunti a tempo indeterminato e a tempo determinato al personale amministrativo preposto. La dichiarazione deve essere resa in forma di autocertificazione.
Il personale amministrativo preposto provvede all'inserimento nel SIDI dei dati dichiarati.

tornasu

9. Presentare domanda di riscatto dei servizi e dei periodi computabili ai fini dell'indennità di buonuscita

La domanda, redatta su apposito modulo disponibile in segreteria e accompagnata da dichiarazione sostitutiva di certificazione per i servizi e i periodi oggetto di domanda, va inoltrata all'Ufficio scolastico provinciale di Foggia -  Ufficio Pensioni Riscatti e Buonuscita per il tramite della segreteria scolastica.

tornasu

10. Ricostruzione di carriera

La domanda, indirizzata al Dirigente scolastico in duplice copia, deve essere presentata da tutti i dipendenti assunti a tempo indeterminato al termine del periodo di prova o a seguito di un passaggio di ruolo da un grado scolastico diverso da quello secondario di II° grado.
La domanda, redatta su apposito modulo negli uffici di segreteria o sul sito della scuola (vedi sezione modulistica), consegnata a mezzo posta elettronica, pec, o direttamente in segreteria ed inoltrata al Dirigente Scolastico, attraverso il personale amministrativo preposto.
Deve essere accompagnata da dichiarazione sostitutiva di certificazione per titolo di studio, servizi pre-ruolo prestati, servizio militare etc.
I docenti che presentano la domanda per effetto di passaggio da un ruolo di grado scolastico diverso da quello secondario di II° grado, allegano soltanto copia della ricostruzione di carriera precedente .

tornasu

11. Presentare domanda di valutazione, computo o riscatto dei servizi pre-ruolo ai fini della pensione

La domanda, redatta su apposito modulo disponibile in segreteria e accompagnata da dichiarazione sostitutiva di certificazione per il servizi e i periodi oggetto di domanda, va inoltrata all’INPDAP di Foggia e per conoscenza alla scuola di titolarità.

tornasu

12. Presentare la domanda di pensione

La domanda va prodotta, telematicamente, al Dirigente scolastico, all'Ufficio scolastico provinciale e  all'INPDAP mediante l’applicativo POLIS del MIUR.
Deve essere corredata dalla seguente documentazione:

  • dichiarazione sostitutiva di certificazione per i servizi pre-ruolo e ruolo prestati;
  • copia della delibera di riscatto dei servizi ai fini dell'indennità di buonuscita;
  • copia della delibera di valutazione, computo e riscatto dei servizi ai fini della pensione.

Per casi particolari o difficoltà interpretative, occorre rivolgersi al personale amministrativo preposto per ulteriori informazioni.

tornasu

13. Richiedere certificati di servizio o altri certificati previsti dalle prassi amministrative

La richiesta va compilata su apposito modulo disponibile negli uffici di segreteria o sul sito della scuola (vedi sezione modulistica), consegnata a mezzo posta elettronica, pec, o direttamente in segreteria ed inoltrata al Dirigente Scolastico, attraverso il personale amministrativo preposto il quale provvederà alla sua  evasione entro le 48 ore dalla richiesta.
Il rilascio della certificazione potrà avvenire solo dopo consegna di una marca da bollo di € 14,62 dove prevista dalla normativa in vigore (vedi tabella di esenzione allegata al modulo di richiesta certificazione).

tornasu

14. Segnalare esigenze relative all’orario individuale di servizio

Nel corso della prima seduta annuale del Collegio Docenti vengono illustrati i criteri che presiedono alla redazione dell’orario delle lezioni e viene distribuito a tutti i docenti il modulo da utilizzare per segnalare eventuali esigenze relative all’orario individuale di servizio.
I docenti che lo desiderano possono compilare tale modulo e riconsegnarlo in segreteria, al personale amministrativo preposto, entro la data comunicata, di norma il giorno di inizio delle lezioni.
Le richieste avanzate dagli insegnanti vengono prese tutte in considerazione in ugual misura, ma nessuna ha valore vincolante per il Dirigente scolastico, che ha la responsabilità della redazione dell’orario.   

tornasu

15. Cichiedere i testi scolastici in saggio

I docenti che ne hanno necessità devono richiedere alle case editrici i testi scolastici in adozione, o da visionare.
I testi richiesti, una volta pervenuti, vengono consegnati al docente tramite scuola. Cessato il rapporto di lavoro, i testi richiesti rimarranno a disposizione dei docenti subentranti. Al termine del rapporto di lavoro tali libri verranno catalogati e messi a disposizione dell'utenza nella nostra Biblioteca.

tornasu

16. Comunicare variazioni dei dati anagrafici e di stato di servizio

Il docente deve presentare tempestivamente alla Segreteria e comunque entro il termine di 15 giorni dall’avvenuta variazione, una comunicazione di variazione dei propri dati anagrafici e di stato di servizio.
La variazione di domicilio deve essere comunicata in via immediata al fine di permettere eventuali visite fiscali in caso di assenza per malattia.
La comunicazione può essere inviata dal docente anche a  mezzo fax o a mezzo e-mail, con richiesta di risposta  positiva da parte del ricevente la posta elettronica. 

tornasu

17. Notificare dati utili alla compilazione delle graduatorie d’Istituto

Le graduatorie d’Istituto vengono redatte sulla base dei titoli previsti della O.M. annuale dedicata alla mobilità del personale. Il personale, docente e non docente, a tempo indeterminato e titolare presso l’Istituto da almeno un a.s. è tenuto, in funzione di tali operazioni, al rilascio di apposita dichiarazione attestante l’intervenuta o meno variazione, nei dodici mesi precedenti, nei titoli II (Esigenze di famiglia) e/o III (Titoli generali). Tali variazioni vanno infatti comunicate in forma scritta entro il termine fissato da apposita circolare annuale del Dirigente Scolastico che comunque dà istruzione dettagliate.

tornasu

18. In caso di infortuni

Se nel corso delle attività scolastiche uno studente s’infortuna, è compito del docente presente segnalare tempestivamente la circostanza alla segreteria, in modo da consentire di prestare i primi soccorsi e di far intervenire, se necessario, il personale sanitario; deve inoltre far pervenire al più presto, al personale amministrativo preposto, una sintetica relazione scritta sull’accaduto (vedi sezione modulistica del sito), necessaria per avviare la relativa pratica assicurativa.  Se nessun docente ha assistito all’incidente, la relazione è stesa dal dirigente scolastico, sentiti gli eventuali testimoni.
Nel caso in cui l’infortunio sia intervenuto fuori dei locali dell’Istituto, durante attività scolastiche previste o lungo il percorso casa-scuola, la relazione deve essere stesa dal docente, se presente, dallo studente, se maggiorenne, o da uno dei genitori.
Al personale di segreteria occorre anche trasmettere, non appena possibile, il “primo certificato medico” rilasciato dall’autorità sanitaria.
Qualora a infortunarsi sia un insegnante, è l’interessato che deve provvedere a trasmettere al più presto al personale amministrativo preposto la relazione sull’accaduto (nella quale vanno indicati i nominativi di due testimoni) e il “primo certificato medico”; se l’incidente è occorso in palestra o durante attività di laboratorio, questo si prospetta come “infortunio sul lavoro”: l’interessato deve perciò compilare anche l’apposito modulo, disponibile in segreteria, per la segnalazione del caso all’INAIL e, in caso di prognosi superiore ai tre giorni, all’autorità giudiziaria locale.
Nel caso di infortunio provocato da terzi, l’interessato, all’atto della eventuale liquidazione dell’indennizzo da parte della compagnia assicurativa, deve darne tempestiva informazione scritta al personale amministrativo che ha seguito la pratica.

tornasu

19. Partecipare alle assemblee sindacali

Il dirigente scolastico rende note, in tempo utile e mediante apposita circolare, le assemblee sindacali indette cui il personale docente e non docente ha diritto e facoltà di partecipare.
Nel rispetto della normativa circa il numero massimo di partecipazioni e al fine di consentire alla Dirigenza di predisporre per tempo le opportune sostituzioni o i cambi d’orario per le classi, il dipendente che ha intenzione di partecipare a un’assemblea sindacale deve presentare al personale amministrativo preposto il modello di partecipazione predisposto dalla Segreteria, debitamente compilato e sottoscritto, almeno tre giorni prima della data prevista per l’assemblea.
Nel caso di assemblee sindacali tenute durante le prime ore di lezione, il docente deve garantire il tempestivo rientro in classe nel rispetto dell’orario di lezione, anche nel caso di assemblea sindacale organizzata presso altro Istituto del distretto.

tornasu

20. Chiedere l’autorizzazione all’esercizio della libera professione o di attività esterne

Il docente che intende svolgere attività professionale compatibile con l’incarico di docente a tempo indeterminato deve presentare, all’inizio dell’anno scolastico, istanza in tal senso al Dirigente Scolastico, utilizzando il modulo apposito ritirabile in segreteria o nella sezione modulistica del sito dell’Istituto.
Nel caso di avvio dell’attività professionale ad anno scolastico iniziato o di altra attività esterna non prevedibile in precedenza, il docente deve tempestivamente presentare la richiesta di autorizzazione al Dirigente Scolastico.

Questo sito utilizza esclusivamente cookies tecnici.

Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso clicca su 'Leggi l'informativa'.